TRANSLATE

CLICCA E SCOPRI DI PIU'

martedì 3 giugno 2014

Curzio Malaparte, la sua Casa e il “dolce confino” giungono a Palermo !



Curzio Malaparte, la sua Casa e il “dolce confino” giungono a Palermo !

Venerdì 23 Maggio, dalle 18.30, all’interno dell’Arsenale della Marina Regia a Palermo, ( nel maestoso e stupendo edificio che ospita il Museo del Mare) nell’ambito della rassegna culturale : “Le 5 giornate di Palermo”, tre ospiti d’onore hanno discusso dello scrittore e giornalista Curzio Malaparte e della sua Casa costruita (non con poche polemiche) proprio su Punta Masullo che guarda verso i faraglioni di Capri.

La serata si è divisa in tre parti.
La prima parte è stata condotta dal Dottor. Prof. Giuseppe “Pino” La Greca, che ha discusso dell’ossimorico “dolce confino” che il Malaparte (amico/nemico del regime fascista) ha espiato a Lipari, nelle Isole Eolie.
Come afferma il Prof. La Greca, nei sette mesi che lo scrittore ha trascorso in questa isoletta splendida, tra i tanti suoi elementi che sono rimasti impressi nell’anima del giornalista fiorentino-tedesco, vi era la Chiesa dell’Annunziata, sita nella frazione rurale di Pianoconte.
In particolare, ciò che lo aveva colpito molto era la scalinata che porta verso la Chiesa, e che quasi certamente aveva ispirato (come si può appurare dalle bozze che lo stesso Malaparte aveva prodotto a Lipari) la tettoia che costituisce l’enorme e maestosamente bella Casa del Malaparte. L’intervento si è concluso con “un omaggio” che il La Greca ha fatto agli spettatori, ossia un video (preso dal web ma montato splendidamente da Dino Salmieri) che ritrae la Casa di Malaparte (il video e la musica ritratte sono state estrapolate dal film Camille, che è proprio ambientato nella casa suddetta).

Nella seconda parte, il microfono è passato nelle mani esperte del Dottor. Benfari, che ha – riuscendo a coniugare perfettamente architettura, ironia e storiografia del Malaparte- facendosi accompagnare dalla visione (sul schermo di proiezione che, oltretutto, è stata la maggior fonte d’illuminazione della sala) delle foto della planimetria di Casa Malaparte.

Infine, nella terza parte della serata, abbiamo avuto l’onore di poter ascoltare (in una sorta di soave esposizione-lezione universitaria) l’architetto il Dottor. Prof. Sessa, che ha splendidamente sostenuto una discussione che, partendo dallo stile di Casa Malaparte, intersecava i costumi che allora caratterizzavano la società che frequentava la suddetta Casa e l’Europa in sé , ponendo l’accento sul legame tra design architettonico ed introspezione psicologica di chi aveva creato il progettato
(“Curzio Malaparte e la sua solitudine che si rispecchia in una casa vuota ed essenziale, i cui quadri sono i panorami che si ammirano dalle finestre stesse” ).

Sebbene la sala fosse scarsamente popolata, essa era, invece, fortemente interessata. Si ringraziano le tante persone presenti, e tra queste l’architetto Dott.ssa Maria Clara Martinelli, persona splendida e laboriosa collega del Dottor. Benfari, insieme, da sempre, impegnati nel passato e nel presente nella promozione della cultura (soprattutto architettonica ed archeologica) eoliana e non solo, Serafina Ignoti e suo marito Peppino, due persone meravigliose, simpatiche ed affettuose, che si contraddistinguono per l’essere promoter di eventi culturali che si svolgono a Palermo e che riguardano, però, l’intero tessuto sociale globale.

Blog 7 Isole ringrazia il Dottor. Benfari e la Dott.ssa Martinelli per aver invitato lo Storico Eoliano Dott. Prof. Giuseppe “Pino” La Greca a questo confronto, poiché esso ha dato l’opportunità di espandere sempre di più la conoscenza delle Eolie, piccole ma grandi nel mare della storia mondiale, e ringrazia anche chi ha organizzato il rinfresco a base di vino Lumè, olive panate e sfinciuni, (buonissimi !)
 

Blog 7 Isole. Per segnalazioni: blog7isole@yahoo.it -- Pagina Facebook "Blog 7 Isole (Eolie) - Mettete "Mi Piace" alla Pagina e Seguiteci.

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia un Tuo Commento. (non usate turpiloquio)