TRANSLATE

CLICCA E SCOPRI DI PIU'

sabato 22 marzo 2014

Fare Cinema a Lipari ... Fieri di questi ragazzi !!




Ieri sera 21 Marzo 2014 , presso il Centro Studi di Via Maurolico in Lipari , si è svolto il quarto appuntamento con il
"Fare Cinema a Lipari : L’esperienza dei giovani eoliani"
(ossia la presentazione di cortometraggi realizzati da registi ed artisti nostrani).

I corti presentati sono stati :

>"Mahara" di Davide Cortese (2004)

>"Arradio" di Sara Basile e Flavia Grita (2013)

>"Ciaula scopre la luna" di Gabriele Furnari Falanga (2013)


Premetto che purtroppo noi del  Blog 7  Isole non siamo riusciti ad arrivare (per una serie di imprevisti)  in tempo per la prima parte della serata , ma solo per seconda ed ultima.

Perciò ci affidiamo al racconto e alle considerazioni dello Storico eoliano Dottor. Giuseppe La Greca , che ha presentato i tre corti ieri sera.



Giuseppe La Greca :

<< Sono tre espressioni molto belle di alcune tradizioni eoliane, come il caso di "Mahara"; un episodio di vita vissuta, come il racconto di "Arradio", che è molto divertente ed una rivisitazione della novella pirandelliana "Ciaula scopre la luna" ambientata nella frazione di Quattropani.
Tre argomenti diversi ma che dimostrano la capacità e la duttilità dei giovani eoliani a  confrontarsi con generi
cinematografici diversi. L'augurio è quello di poterli rivedere in altri lavori >>

Tutti e tre i corti, infatti, sono ambientati alle Isole Eolie e , come ha detto il Dottor. La Greca, sono film di generi diversi tra di loro e ciononostante gli attori sono riusciti a passare da una parte all'altra con eccezionale capacità.

Ecco brevemente le trame:

Mahara : tratta di un'antica, suggestiva leggenda eoliana che si raccontava negli ambienti campagnoli
che narrava di donne dotate di poteri magici che tramite un unguento che si spargevano nel corpo potessero volare, in
determinati giorni (non legati però all'esoterismo ed alla stregoneria che tradizionalmente si pensa)
verso paesi esotici per raccogliere frutta e procacciare il cibo.

Arradio : ambientata nella Lipari antica "Supra u castiddu" (ossia all'interno della acropoli di Lipari)
narra dell'arrivo di un professore di scuola che portava con sé una grande novità che è il primo
apparecchio radiofonico. Incuriosite dal suono di quell'apparecchio, le persone del villaggio iniziano a
frequentare la casa del professore per godere di quel suono nuovo.

Ciaula scopre la Luna : (come accennato da La Greca) è basata dalla detta novella pirandelliana , ed ambientata negli anni 60.
Narra dell'estrazione dello zolfo dalle zolfatare ed è ambientata da Gabriele F. nella zona tra Quattropani e le Cave di Caolino.

La storia è incentrata sulla vita degli uomini-operai del villaggio che , dal tramonto all'alba, come formiche laboriose ed atte per tutta la vita ad uno scopo ben preciso (parafrasando l’analogia con le formiche fatte da  Gabriele Furnari Falanga durante l'intervista dopo la proiezione) , muniti di lanterne entravano nelle grotte uscendone con in groppa sacchi di centinaia di chili pieni di pezzi di zolfo, sempre provati, logori e sfruttati anche attraverso le minacce.
In questa quotidianità esasperante ecco che Ciaula, ragazzo sempliciotto gioviale, simpatico e dolce del villaggio, una notte, rimasto con il padre nei lavori di estrazione, uscendo con il suo sacco scopre la luna e si commuove alla vista di questa entità libera che sta nel cielo.

Personalmente sono fiero di essere compaesano di ragazzi come Davide Cortese, Gabriele F. Falanga e Sara Basile (i tre registi dei tre corti) , poiché essi hanno dimostrato enormi capacità nell’esprimere le emozioni sia attraverso il teatro sia attraverso la cinematografia (nell’arte in generale).
Ognuno di loro in passato e di continuo, ora nella radio, ora nel teatro ed ora nella scrittura, si sono occupati di portare cultura ed emozioni, mettendoci l’anima.
Ed insieme a loro, Flavia Grita, Gabriella Reitano, Katia Cortese e tutti gli altri ragazzi e ragazze che hanno collaborato e che collaborano con questi piccoli grandi artisti locali che hanno dimostrato e mostrato passione e dedizione verso la cultura e considerevole capacità di calarsi in ogni sorta di personaggio, riuscendo ora a divertire ora a commuovere.

Oltretutto l'esperienza ci insegna che i migliori registi cominciano con umiltà e con quel poco – in termini di personale ed attrezzature – che hanno a disposizione.

Pertanto, il Blog 7 Isole è onorato di aver potuto (sebbene in parte) partecipare a questo appuntamento ed augura a tutti gli artisti che ci donano la loro passione ed il loro amore per la conoscenza e la bellezza , di andare avanti così e di poter crescere mano a mano


 








 

Diego Maystick La Greca inviato per : Blog 7 Isole











Blog 7 Isole. Per segnalazioni: blog7isole@yahoo.it -- Pagina Facebook "Blog 7 Isole (Eolie) - Mettete "Mi Piace" alla Pagina e Seguiteci.





 

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia un Tuo Commento. (non usate turpiloquio)