TRANSLATE

CLICCA E SCOPRI DI PIU'

lunedì 8 luglio 2013

Intervista, al Poeta Eoliano, "Davide Cortese".


Davide Cortese è nato a Lipari nel 1974.  Si è laureato in lettere moderne con una tesi su "Le figure meravigliose nelle credenze popolari eoliane".

La sua prima silloge poetica risale al 1998, intitolata "ES".



Nel 2004, "Babylon Guest House",



Nel 2005, "Ikebana degli attimi",



Nel 2009, (un Autoproduzione) "Storie del bimbo ciliegia";







 I versi di Davide Cortese sono inclusi nelle antologie "200 giovani poeti europei in nove lingue" (Edizioni CIAS, CLUB UNESCO), "Poliantea" (Edizioni Mazzotta), “A cuore aperto” (Accadueo).



 Autore di un cortometraggio: “Mahara”(2004), che è stato premiato dal Maestro Ettore Scola alla prima edizione di EOLIE IN VIDEO.

 "Non c’è tribù che segni a dito la mia tenda
chiedendosi perché non vi ho ancora fatto ritorno, 
né accademia, né chiesa, 
che nel mio nome moduli un suono di discepolo."
Questo pezzo è Tratto da "ANUDA" del 2011.



Notizia di pochi Giorni, Davide Cortese ha vinto il Premio “EscaMontage a corto”  al "LagoFilmFest" di Bracciano con il cortometraggio “MAHARA”.




-Cosa ti ha ispirato? Da dove hai avuto l'idea "MAHARA"?
"Della leggenda delle mahare, le streghe eoliane, mi parlava spesso mio nonno, Giuseppe Cortese, miniera inesauribile di racconti affascinanti. Su mio nonno si potrebbe aprire un copioso capitolo: dipingeva, scolpiva, scriveva, ed era un guaritore: era lui stesso una sorta di stregone. L’amore per le singolari  leggende eoliane mi ha portato, durante gli anni dell’università, a lavorare ad una tesi di laurea sulle “Figure meravigliose nelle credenze popolari eoliane”. Per quel lavoro sono state preziosissime le ricerche antropologiche che l’insigne studiosa Macrina Marilena Maffei ha condotto per anni nelle nostre isole, e  per le quali noi eoliani non le siamo mai sufficientemente grati. L’idea per il cortometraggio nacque dunque dalla mia passione per le nostre leggende. Realizzammo il corto in quattro giorni, nel giugno del 2004. “Mahara” è il risultato di un lavoro di gruppo: non avrebbe mai visto la luce senza il validissimo contributo di Katia Cortese, la protagonista, nonché mia sorella; Giuseppe Allegrino, amico di sempre, che ha prodotto con me il corto, lo ha montato e vi è apparso; mia madre, Gina Pittari, che compare nel video in un piccolo ruolo, e l’amico Daniele Cannistrà, che ci ha supportati tecnicamente."


-Hai già nel cassetto altre idee?
"Talvolta penso ad un nuovo corto da girare a Lipari. Ma sono ancora alla ricerca di una storia che dia fuoco alla mia immaginazione. Sono dedito principalmente alla scrittura, e molte delle idee nel cassetto riguardano soprattutto il mondo dei libri. Ho appena scritto un romanzo che spero possa essere presto pubblicato."

-I tuoi prossimi impegni, oltre Roma?
"Questa estate sarò impegnato nella promozione del mio nuovo libro. Si tratta di “MADREPERLA”, una nuova silloge poetica. Il libro sarà presentato in anteprima a Lipari, come sempre, al Centro Studi. Avrò inoltre degli impegni di carattere teatrale. Da anni recito e collaboro a progetti teatrali a Roma. Ad agosto sarò tra i protagonisti di uno spettacolo di Emanuele Bottari che si terrà a Lipari e non solo."

Un tuo sogno nel Cassetto?
"Un viaggio lungo molti anni."




Ringrazio! Per averci dedicato il suo Tempo, il Poeta Eoliano Davide Cortese.

Augurandogli “In bocca al Lupo” per i suoi Scritti e “Tanta Merda”* per la sua prossima esibizione Teatrale.

* "Tanta merda" è un augurio che viene detto prima di uno spettacolo. Trae origine dal fatto che nell'Ottocento si andava a teatro in carrozza, tanta merda (Di Cavallo) voleva dire che il Teatro era pieno di gente.



Blog 7 Isole. Per segnalazioni: blog7isole@yahoo.it -- Pagina Facebook "Blog 7 Isole (Eolie) - Mettete "Mi Piace" alla Pagina e Seguiteci.

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia un Tuo Commento. (non usate turpiloquio)